Se un uomo desidera una cameriera

Senza categoria

Quarantacinque anni fa c’era un uomo e c’era una cameriera. L’uomo scrisse una canzone. La canzone entrò in un album, Harvest, considerato una pietra miliare del folk rock. Di una bellezza commovente, l’album tutto. Fatto sta che la cosa di un uomo che avrebbe bisogno di una cameriera fece arrabbiare tante donne, americane e non. Young fu accusato di sessismo reazionario, e … Read More

Belle and Sebastian (and una sublime leggerezza)

Senza categoria

Succede che ti imbatti in una deliziosa pop band di Glasgow, canzoni eleganti ma alla mano, raffinate quanto popolari. Succede che ti ritrovi a un loro concerto, alla Rocca di Cesena, qualche estate fa. Scopri che sono persone simpatiche e perbene, che a fine concerto scendono in mezzo al pubblico a farsi i selfie. Così inizi a seguirli sulla pagina Facebook … Read More

Asiagoland

Senza categoria

Sull’altipiano di Asiago sono stato molte volte, quelle facce, quei luoghi, quei colori, persino quegli animali li conosco bene. Riconosco la bravura dei pubblicitari di Milk Adv, che peraltro giocano in casa, perché sono stati in grado di racchiudere un territorio in un formaggio. Sembra facile, ma facile non è. Mi rilassa molto, e mi trasmette l’autenticità di quei luoghi. … Read More

Della zucca non si butta via nulla

Senza categoria

Se in ottobre arrivano le zucche, con le zucche è tempo di risotti. Per chi come me è nato tra le brume della piana padana, il cimentarsi col risotto di zucca è un fatto di tradizione, o forse di minuta artigianalità. Tutto ha inizio dalla scelta della zucca, e questo significa disporre di un bravo consulente di zucche, uno di quelli che … Read More

Se un sole alto splende sui Balcani

Senza categoria

Sole alto. Già il titolo suona diverso, evocativo. Premiato a Cannes 2015, il film del regista croato Dalibor Matanić racconta tre storie d’amore tra una ragazza serba e un ragazzo croato nella Jugoslavia ma in tre decenni diversi: la prima storia accade nel 1991 quando aleggiano tristi presagi di guerra, la seconda nel 2001 quando in ballo ci sono macerie e ricostruzione, la terza storia nel 2011 … Read More

Andrea Pazienza, fragile poeta coi pennarelli in mano

Senza categoria

La mostra di Rimini dedicata ad Andrea Pazienza, in esposizione monografica, acquista un duplice significato. Il primo è la riscoperta o la rilettura dell’attualità di un artista la cui grandezza ha contaminato profondamente la cultura e la controcultura italiana degli anni settanta e ottanta. La seconda ragione, più intima, parla di noi e del nostro paese che Pazienza seppe raccontare con disarmante lucidità, con dolcezza e con … Read More

Cortocircuiti della comunicazione

Senza categoria

Alla fine degli anni ’90 ho lavorato nella cooperazione internazionale, in Bosnia Erzegovina nello specifico. Conosco bene i problemi che la attanagliano, la cronica mancanza di informazione o peggio la disinformazione che ruota attorno a questo mondo. Dico questo poiché da qualche settimana passa in televisione uno spot con un messaggio chiaro, benché un po’ semplificato: che la cooperazione serve a costruire un mondo migliore. Tutto … Read More

Rocky, la storia di un film

Senza categoria

Esattamente quarant’anni fa usciva “Rocky”. A quel tempo Sylvester Stallone è un giovane attore squattrinato ma molto determinato, al suo attivo alcune piccole parti in film senza successo e un ruolo in porno soft. Leggenda vuole che una sera assista ad un incontro di pugilato, di quelli senza storia. Un pugile nero fortissimo contro uno bianco decisamente meno dotato, già sconfitto in … Read More

Gabs, borse e autoironia

Senza categoria

Occorre una discreta spregiudicatezza per uscire con un video istituzionale come questo. Nella comunicazione aziendale l’autoironia, celebrata ma non semplice da attuare, richiede consapevolezza, misura, sicurezza di sé, definizione precisa di un mood e di uno stile. Gabs ha scelto di camminare sul sottile crinale tra comunicazione di prodotto, stereotipi sull’italianità e freschezza di stile. Il risultato è buono, anche se potevano spingere più a … Read More

PJ Harvey tra le rovine del Kossovo

Senza categoria

Primo singolo del nuovo album “The Hope Six Demolition Project”, PJ Harvey sceglie il Kossovo per il video di The Wheel, a firma del filmmaker Seamus Murphy. Una scelta coraggiosa e controcorrente, peraltro non estranea alla sensibilità sociale dei precedenti lavori di Polly Jane, basti ricordare i temi affrontati nel precedente “Let England Shake”, il video alterna documentario e viaggio on the road, … Read More