Storytelling aziendale. Le 10 regole, secondo me

Senza categoria

Lo storytelling aziendale è una narrazione che cammina in equilibrio tra il testo promozionale e la biografia. Se assomiglia troppo a una delle due, allora non funziona.

Lo storytelling aziendale è una narrazione ambigua, che dice e non dice, che rivela e nasconde. Che apre a mondi nuovi. Né minimal né oversize, la tua storia deve essere asciutta.

Al principio c’è un cruccio. Ogni storia inizia con un problema da risolvere, una mancanza cui sopperire, una missione da compiere.

Come tutti gli eroi, anche il nostro combatterà, si scontrerà contro nemici infidi, valicherà ostacoli, vincerà ogni resistenza e al fine vincerà. Ma non sveliamolo troppo presto.

Lo storytelling aziendale è una questione di bilanciamento. Di pesi e contrappesi, di luci e ombre, di pieni e di vuoti, di significati, di rivelazioni e di dissimulazioni.

Racconta le intenzioni, le aspettative, i valori di fondo. Racconta la lotta, racconta il cambiamento. È ciò che renderà unica la tua storia.

Scegli un’angolatura da cui osservare tutta la storia. Potrai sempre cambiarla in corsa.

La struttura del testo è decisiva. Il ritmo è decisivo. Le parole utilizzate, pure quelle.

I dettagli sono il sugo della storia. Quando sono buoni, lecchiamo pure il piatto.

Le storie autentiche sono le più belle. Barare non serve. E se lo fai, ti sgamano 🙂